Street food capitolino on the road

panino capitolino

Nuovo appuntamento con le nostre interviste ai food truck(er) più interessanti e curiosi conosciuti girando in lungo e in largo per l’Italia.

Oggi tocca alla cucina romana, quella dei gusti forti e autentici, molto legata alle ricette a base di carne… ma non solo!

La cucina romana in un panino

La storia che ti raccontiamo oggi è davvero …curiosa!

Era il periodo in cui, quasi ogni fine settimana, andavamo a cercare eventi dedicati al cibo di strada e avevamo incrociato il Ford vintage nero di AO street food già diverse volte, ma lo avevamo osservato solo a distanza.
Un giorno, però, veniamo fermate da Fabrizio, uno dei collaboratori del team di Alessio, curioso di sapere il motivo per cui non ci fossimo ancora avvicinate a loro.

Semplice: la loro cucina romana al 100% rispondeva solo parzialmente al Manifesto dello street food, che sintetizza la filosofia seguita da Bee-O-Veg per la selezione del cibo di strada e degli operatori di street food più interessanti.

Da allora, a ogni modo, sembra che qualcosa sia cambiato, di strada il food truck ne ha fatta tanta: ma non vogliamo rovinarvi la sorpresa, scopritelo direttamente leggendo le loro parole 🙂

Due chiacchiere con Alessio

D. Ciao Alessio, con chi lavori “gomito a gomito” sul food truck?

R. Con i miei collaboratori.

D. Qual è il piatto forte del tuo food truck?

R. Il panino che va per la maggiore è “Augusto”.

D. E quali sono le altre specialità che solitamente prepari?

R. Carne di scottona cotta confit.

alessio

La sua cucina di strada

D. Come ti è venuta l’idea della “cucina di strada” e del menu che offri?

R. Parlandone a casa: tante ricerche di mercato e, alla fine, sono riuscito a “confezionare” il menu.

D. Da quanto tempo sei “on the road”?

R. Dal 2016!

D. Le materie prime dei tuoi piatti: dove le cerchi? Come le scegli? Come trovi i tuoi fornitori?

R. Cerco la qualità, delle aziende agricole e delle materie prime (se possibile anche biologiche).

D. Cos’ha di diverso la tua cucina, rispetto ai tuoi colleghi che vendono lo stesso tipo di piatto o di street food?

R. La cottura confit e le verdure in idrocultura.

Perché proprio il suo street food

street food romano

D. Perché le persone che non ti conoscono dovrebbero provare proprio il tuo street food?

R. AO è una parola che tutto il mondo prova a ripetere, ma solo un Romano riesce a dirla bene, perchè viene detta con il cuore, proprio come la nostra cucina.

D. Il tuo ultimo successo?

R. Il panino “Adriano”: con pomodori secchi, ricotta salata e salsa delicata al basilico.

 

D. Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

R. Vedere la gente gustare il panino e poi chiederne un altro!

D. E cosa, invece, ti piace meno?

R. Alcuni organizzatori.

D. Il sogno che non hai ancora realizzato è quello di…

R. Aprire un bistrot.

D. Lascia un saluto a Bee-O-Veg e ai nostri lettori 🙂

R. Siamo riusciti a fare anche i panini vegetariani, vi aspettiamo!

Qual è il tuo food truck preferito? Vorresti leggere anche la sua intervista?

Scrivici 🙂