Da Torino a Milano: come cresce Bee-O-Veg (parte 1)

In soli 5 mesi sono stati tanti i cambiamenti che hanno interessato Bee-O-Veg, numerose le evoluzioni, consistenti le difficoltà …e parecchi i traguardi raggiunti.

Te li raccontiamo nell’articolo, in questo ordine:

Bee-O-Veg alla BIT 2019!

L’inspettato invito a partecipare alla BIT – Borsa Internazionale del Turismo 2019 come una tra le migliori startup italiane è stato decisivo per dare una rapida svolta alla riorganizzazione del nostro lavoro… e non solo di quello.

La nostra presenza era prevista nel convegno Le startup del turismo enogastronomico, perciò abbiamo fatto di tutto per arrivare pronte e presentarci al meglio.

E’ stata un’esperienza inebriante e densa di responsabilità, allo stesso tempo: eravamo cariche di adrenalina, ma anche un po’ titubanti, vista la “grandezza” dell’evento a cui siamo state chiamate a intervenire come speaker!

La vittoria a Torino 2018

Quando venimmo a conoscenza del bando Invitalia “FactorYmpresa Turismo” di settembre 2018, riuscimmo a candidarci allo scadere degli ultimi secondi dell’ultimo giorno utile… ma ce l’abbiamo fatta!

bee-o-veg torino 2018 factorympresa turismoVedere il nostro nome tra le 20 finaliste (sul oltre 230 idee presentate), poi, è stato un vero colpo al cuore: nei mesi precedenti avevamo già partecipato a una decina di bandi, ma senza risultati.

Finalmente arriva la due-giorni al Salone del Gusto: faticosa (quanto sei lontana, Torino cara!), impegnativa (la nostra app ha preso il nome di Assaggia e Viaggia!) ma anche incredibilmente entusiasmante (le nostre facce parlano da sole, vero?).

Obiettivi e traguardi

Il primo grande obiettivo “post Torino” è stata la costituzione della società: il 5 novembre 2018, con grande gioia e soddisfazione, è nata Bee-O-Veg Srls startup innovativa!

Ma solo qualche giorno prima, siamo state protagoniste di un’altra avventura decisamente inaspettata e molto lontana dalla nostra immaginazione: siamo state ospiti alla Rai!

Un giornalista de “L’Italia con Voi”, programma per il pubblico italiano nel mondo, ha letto di noi su Il Corriere della Sera (eh sì, anche loro ci hanno dedicato un pezzo!) e ha organizzato tutto (clicca qui per il link alla puntata: noi ci siamo dal minuto 50.50).

E poi, “last but not least” (ultimo, ma non per importanza), abbiamo iniziato a lavorare con il premio ricevuto a Torino: obiettivo “Migliorare il modello di business della società”. In altre parole: mettiamo meglio a fuoco cosa vogliamo fare e come 😉


Nei viaggi, soprattutto quelli lunghi, per assaporare al meglio sapori, colori e territori la cosa migliore è fermarsi ogni tanto, giusto il tempo per rifocillarsi.

E noi facciamo lo stesso: nella seconda parte di questo articolo continueremo a raccontare dov’è arrivata Bee-O-Veg oggi e, soprattutto, dove vogliamo andare.

A presto!


 

Tutte le novità sul mondo dello street food gourmet nella tua mailbox: iscriviti adesso!